Indie sotto i riflettori – Through the Nightmares

Posso dirvi con assoluta certezza che il 2021 sarà un anno a dir poco succulento per tutti gli amanti degli Indie Games. Recentemente sono state rilasciate molte Demo di videgiochi Indie in via di sviluppo e come di certo starete immaginando, non ho esitato a provarne parecchie. Mi sembra giusto offrire la dovuta visibilità ai giochi che meritano di essere discussi, quindi andiamo a dare un’occhiata insieme a Through the Nightmares.

Qui l’intero Gameplay della Demo!

La leggenda di Sandman

Per i pochi che non conoscono la leggenda di Sandman, si tratta di un personaggio mitologico del folklore del Nord Europa. É un personaggio positivo, perchè porta i bei sogni ai bambini dormienti, spargendo loro sugli occhi una sabbia magica. In Through the Nightmares impersoneremo proprio l’omino dei sogni e avremo l’obiettivo di sconfiggere gli incubi di Morpheus per portare la serenità nei sogni dei bambini.

Nella Demo che andremo a giocare non ci saranno dialoghi o spiegazioni, ma il nostro compito sarà evidente fin da subito. Per accedere al mondo di gioco attraverseremo infatti una porta che ci condurrà in una stanza buia: la camera di un bambino.
Avremo una selezione di livelli da dover affrontare, che si svolgeranno in una foresta buia costellata di trappole e marchingegni mortali.

Dopo una brevissima presentazione di Sandman e aver preso familiarità con le meccaniche di gioco, cominceremo il nostro viaggio negli incubi.

Through the Nightmare
Presentazione di Sandman

Through the Nightmare colpisce perchè…

Come avrete capito dalle mie descrizioni, si tratta di un action platform caratterizzato da un gameplay volutamente hardcore. Le atmosfere di gioco sono stupefacenti, con contrasti di colore, un buon uso del self illumination e un sound design molto azzeccato. La sensazione generale è di trovarsi in un ambiente misterioso e ostile, che esula da ogni forma di logica.

Uno dei poteri principali del nostro Sandman è la riduzione di statura, saremo in grado di controllare l’altezza del nostro personaggio a seconda della situazione richiesta, garantendo una versatilità piuttosto interessante.

Molto curioso lo stile narrativo: oltre a essere immediatamente evidente il contesto nel quale ci troviamo (cosa non da poco), ci verrà raccontata la storia del bambino che stiamo tentando di proteggere, attraverso l’uso di immagini che sbloccheremo alla fine di ogni livello. Avremo così modo di conoscere le paure del fanciullo che lo hanno portato a fare quel brutto sogno.

Through the Nightmare
Attraverso una serie di fotografie ci verranno rivelate le paure dei bambini

Il gioco è molto sfidante, nonostante i livelli siano relativamente corti da superare, le trappole non vi daranno tregua. Ed è così che ci piace.
Non potete abbassare la guardia o sbagliare un salto, o morirete a ruota libera nei modi peggiori. In aggiunta ci saranno degli elementi collezionabili in gioco che aggiungeranno difficoltà extra ai completisti. Esiste infatti un collezionabile che può essere utilizzato per creare un Checkpoint dove meglio ci aggraderà. Utilizzarlo naturalmente lo “consumerà” e non verrà segnato come raccolto, dovremo quindi portare a compimento tutti i livelli in un colpo solo se vorremo completarli al 100%. Un vero paradiso per tutti i cacciatori di sfide!

Through the Nightmare
Un esempio di oggetto collezionabile, come vedete il gioco è stato realizzato tutto in low poly

Potrebbe migliorare perché…

Prima di dire qualsiasi cosa ci tengo a precisare che si tratta di una versione demo di un gioco in fase di sviluppo e le cose potrebbero cambiare drasticamente in una versione definitiva. Chiuso il disclaimer iniziale però, sento di dover riversare tutta la mia frustrazione su una cosa in particolare: Il Key Binding.

Oltre a non essere modificabile il binding dei vari tasti, c’è un problema di fondo.
Ma porca miseria… è mai possibile utilizzare la Z per aumentare e ridurre le dimensioni del proprio personaggio? Usando il WASD per abitudine dovrei farmi crescere un sesto dito sul palmo per premere efficacemente Z mentre mi muovo. Oppure passare all’utilizzo delle frecce direzionali. Considerate che si tratta di una funzione che userete praticamente allo stesso modo del salto, perché mai metterlo in una posizione così scomoda??
Soprattutto quando si ha il Maiusc completamente libero da qualsiasi altra funzione… Una scelta che davvero non ho capito.

Si tratta di una piccolezza facilmente riparabile, ma per evitare lo spiacevole “effetto bestemmia” vi consiglio di giocarlo con un pad. Sono sicuro che i ragazzi di Sandman Team avranno modo di sistemare questa pecca con la versione finale del gioco!

Through the Nightmare
Le potenzialità di questo gioco sono veramente molto alte, tutto sta al team di sviluppo!

Provatelo se potete!

Through the Nightmares è senza ombra di dubbio uno dei giochi Indie più visivamente accattivanti che abbia visto quest’anno. Si tratta di un titolo molto semplice che svolge perfettamente il suo ruolo: divertire.

La Demo è disponibile su Steam per tutti i giocatori PC, se volete scoprire un titolo Indie accattivante, vi suggerisco di dargli un occhio!

Per ulteriori recensioni, approfondimenti e news, continuate a seguirci su Cinewriting!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.