Tank Mechanic Simulator

Disponibile per
Genere

Simulazione

Data di uscita

20 feb 2020

Team di sviluppo

DeGeneral

Publisher

PlayWay S.A.

Offerte
€16,79
Tank Mechanic Simulator è un gioco sui carri armati della seconda guerra mondiale, i loro equipaggi e il loro contributo nella storia militare. Come proprietario di un museo di carri armati, il tuo scopo è di recuperare carri armati distrutti o abbandonati e restaurarli.

Avete presente quel gioco, del genere che proprio non vi piace, che riesce comunque ad affascinarvi sinceramente? Per me Tank Mechanic Simulator rappresenta quel gioco. Non essendo appassionato di meccanica e tanto meno di simulazioni, l’ho approcciato con timore e circospezione.

Principalmente avevo paura di dare un’opinione fuorviante agli amanti e esperti del genere, soprattutto per via della mia mancata esperienza e conoscenza. Sono partito quindi presupponendo che si trattasse di un titolo dedicato solamente ai Geek dei carri armati. Giocare a Tank Mechanic Simulator mi ha però fatto profondamente ricredere: sebbene continui a non pensarlo un gioco ideato per piacere a tutti, il gameplay conta su aspetti veramente interessanti, che vale la pena di approfondire. La versione da me recensita, tramite codice review, è quella per Nintendo Switch, pubblicata lo scorso 27 agosto; l’uscita su PC è stata invece il 20 febbraio di quest’anno.

Il videogioco Indie di DeGenerals Studio, realizzato da Michał Flodrowski e Robert Pietrzko non punta solo alla simulazione. La profondità che riesce a raggiungere infatti, fa trasparire la sincera passione con il quale è stato realizzato questo titolo.

Se non siete degli appassionati, non abbiate fretta di chiudere questa recensione!

Tank Mechanic Simulator
I carri armati sono modellati in modo veramente maniacale

 

 

Un’officina… particolare!

In Tank Mechanic Simulator impersoneremo il proprietario di un’officina che restaura carri armati, riportandoli alle condizioni originali. Il tutto comincerà attraverso un terminale, dove verremo a conoscenza della morte di nostro padre, l’ex proprietario dell’attività. L’officina è quindi passata al figlio e noi dovremo continuare il buon lavoro cominciato dal nostro babbo. Le attività da svolgere saranno dispiegate con un tutorial molto semplice sulle basi del gameplay e sulle funzioni degli attrezzi a nostra disposizione.

Il gioco in sé è veramente molto semplice nella realizzazione, dovremo scegliere tra una serie di contratti che ci daranno determinate ricompense in denaro o in punti abilità. Una volta sottoscritto l’accordo, il proprietario ci porterà il suo carro armato nell’officina e noi dovremo ripararlo secondo le sue direttive. I contratti possono essere semplicemente di ricostruzione del veicolo, potremo quindi usare anche parti rovinate meno costose, di estrazione oppure di restauro.

I contratti di restauro sono senz’altro i più complessi, perché prevedono il disassemblaggio parziale o totale del veicolo. Ci verrà infatti consegnato un carro armato arrugginito e privo di alcune parti. Dal menù radiale è possibile vedere lo stato attuale del carro armato, i pezzi mancanti, le condizioni delle parti assemblate e la percentuale di completamento del processo di restauro. Le parti mancanti possono essere acquistate in qualsiasi condizione attraverso il terminale, nel caso non fossero in perfette condizioni potremo comunque ripararle con le nostre mani. Il costo dei pezzi naturalmente varierà in base al tipo e alla qualità dello stesso.

Non vi preoccupate, non è difficile come sembra!

I creatori hanno costruito un sistema guidato per aiutare i giocatori a ricostruire correttamente il carro armato senza difficoltà, sarà possibile anche vedere attraverso lo scafo della bestia meccanica. Non si tratta di un gioco complesso, in quanto pur non avendo avendo nessuna competenza in ambito meccanico, sono riuscito a godermi tutto senza impazzire. In questo voglio elogiare il sistema di tutorial ben strutturato e digeribile da chiunque non abbia conoscenza tecniche.

Tank Mechanic Simulator
Assemblare e riassemblare il carro armato non sarà affatto difficile, ma potrà richiedere diverse ore.

 

Molto più che un Tank Simulator

Restaurare un singolo carro armato richiederà diverse ore, ma il processo è dannatamente gratificante. Trasformare un ammasso di ferraglia in una macchina perfettamente funzionante è veramente gradevole. Il sottofondo di musica classica scelto dai creatori crea un’atmosfera ispirante e incredibilmente rilassante. Siamo degli artisti: questo è quello che gli sviluppatori vogliono trasmetterci.

Per effettuare un restauro completo dovremo affrontare una serie di passaggi essenziali. Come prima cosa dovremo togliere tutta la ruggine dalla superficie del carro armato, dovremo poi, attraverso un processo di sabbiatura, ripulire il tutto dalla sporcizia. Infine una volta resa la superficie liscia e pulita, potremo passare alla fase di verniciatura e decorazione dell’esterno.

La trasformazione che vedrete vi farà sentire appagati delle ore spese per il restauro, perchè il risultato è davvero eccezionale. I 14 carri armati disponibili sono veramente riprodotti in maniera fedele e dettagliata. Se non siete a conoscenza delle meccaniche di funzionamento o dello studio ingegneristico dietro i carri armati e volete imparare, informarvi o semplicemente ne siete incuriositi, dovete assolutamente provare questo gioco!

Tank Mechanic Simulator
Anche l’interno del carro viene riprodotto in maniera fedele.

 

 

Le Estrazioni e il Museo

I contratti di estrazione consistono nel ritrovare e disseppellire vecchi carri armati andati perduti. Ci muniremo di Fuoristrada, Metal Detector, pala e un po’ di pazienza, in men che non si dica tireremo su il nostro bestione e decideremo se venderlo, restaurarlo o posizionarlo nel nostro museo.

Questo tipo di contratto mi è sembrato il meno curato a livello visivo e di gameplay. Gli spostamenti in mappa li potremo effettuare con i mezzi o con le nostre gambe, ma il design della mappa e la guida dei veicoli sono elementi di contorno che danno l’impressione di essere stati realizzati di fretta. Lo considero un tentativo di variare stile di gioco, sicuramente apprezzato.

Il museo invece non è altro che un punto di esposizione di carri armati (noi decideremo quali esporre al pubblico) e cimeli di guerra trovati durante le diverse fasi di gioco. Il costo dell’ingresso lo deciderete voi e in base a quanti visitatori avrete, riceverete un introito. Molto bella l’idea di poter esporre ad un ipotetico “pubblico” il nostro lavoro, sicuramente una meccanica aggiuntiva molto intelligente.

Tank Mechanic Simulator
I ritrovamenti possono essere di diverso tipo.

 

 

Testare prima della consegna

Oltre che modificarne l’aspetto strettamente meccanico, in Tank Mechanic Simulator sarà anche possibile cambiarne la verniciatura e aggiungere elementi decorativi.

I veicoli possono essere testati sul campo prima della consegna, per verificarne la manovrabilità alla guida, o per testarne l’artiglieria. Molto interessante vedere sul campo i diversi tipi di carro armato, la potenza di fuoco sprigionata da cannoni e il design impeccabile dei carri sfoggiare nel loro elemento naturale. Qui è il momento del collaudo, vedremo finalmente la nostra bestia prendere vita.

Tank Mechanic Simulator
Le verniciature e le mimetiche sono un vero tocco di classe.

I punti a sfavore

Avendo completato diversi contratti, mi è abbastanza chiaro che la funzione della moneta di gioco non sia stata del tutto definita. Durante le primissime fasi, i soldi risultano essere un elemento da dover usare con moderazione, tuttavia sembrano perdere di importanza dopo poco tempo di gioco. La ragione principale è lo sbilanciamento con i punti abilità, che risultano essere importantissimi per migliorare l’officina. I soldi invece non avranno altre funzioni se non quelle di acquistare o riparare i pezzi dei carri, acquistare progetti o carri già assemblati o pagare i costi di dissotterramento e spostamento delle spedizioni. Il più delle volte questi costi non risultano essere affatto elevati e vedrete il vostro conto in banca lievitare come il mago di Segrate, senza avere però dove investire.  Un dettaglio non da poco.

Un altro punto a sfavore è legato ai pezzi mancanti dai vostri carri. Sebbene possiate controllare i pezzi che mancano per assemblare il vostro mezzo, non è possibile creare una lista in-game. Il videogioco rende acquistabili direttamente solo i pezzi già riparati, che hanno naturalmente un costo molto maggiore. Se si vorranno acquistare quelli meno costosi si dovrà quindi fare una lista a mano di oggetti da acquistare, e poi comprarli uno a uno dallo shop. Considerando tutto il resto si tratta di una scomodità più che di un vero e proprio punto a sfavore, però si sarebbero potuti limare un po’ questi spigoli che fanno tanto anni ’90.

Tank Mechanic Simulator
I paesaggi esplorabili in particolare non sono assolutamente dettagliati.

 

 

In conclusione…

Pur non essendo particolarmente appassionato del genere, Tank Mechanic Simulator è riuscito sinceramente a trasmettermi tutta la passione dei suoi creatori. Nonostante qualche modalità di contorno non sia particolarmente approfondita, il cuore pulsante del videogioco batte forte e chiaro. Smontare, sistemare e rimontare i vari carri armati è incredibilmente rilassante, sicuramente un passatempo adatto a chi vuole passare qualche ora di gratificante creatività.

A parte qualche possibile miglioria a livello visivo (soprattutto delle ambientazioni) e una definizione più profonda su alcune modalità o sull’uso dei soldi, Tank Mechanic Simulator colpisce sinceramente per lo studio dei dettagli dietro i modelli dei carri armati e riesce a intrattenere e divertire per diverse ore anche i meno appassionati.

Da considerare un Must per gli amanti del genere!

 

Recensione a cura di Simone Colombo.

 

Qui la pagina Steam ufficiale del titolo. Continuate a seguirci su Cinewriting per altre recensioni, approfondimenti e news sul mondo del gaming!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sconti di Natale su Nintendo Switch: i consigli di CineWriting

Dopo le Cyber Offerte di qualche settimana fa, arrivano gli Sconti di Natale su Nintendo Switch. Centinaia i giochi in…
Logo di Indie World

Nintendo Indie World, le novità del 15 dicembre!

Nella cornice della presentazione Indie World, Nintendo ha mostrato informazioni e date d'uscita di diversi titoli. Vediamoli assieme! Nel box…
Ghost of Tsushima

Ghost of Tsushima vince il Premio Player’s Choice dei The Game Awards

Dopo giorni di votazioni, il vincitore del premio del pubblico nell'ambito dei Game Awards è Ghost of Tsushima, titolo open…

Cyber Offerte: i consigli di Cinewriting tra i titoli su Nintendo Switch!

Dalle ore 15 di oggi 26 novembre, sono disponibili le Cyber Offerte di Nintendo Switch! Di particolare interesse sono le…

NEO: The World Ends With You, il trailer d’annuncio!

Nella giornata di oggi un reveal trailer ha fatto tremare gli animi di tutti i fan di The World Ends…

8

Ottimo

Pro

  • Rilassante e creativo
  • Ricostruzioni perfette dei veicoli
  • Veramente gratificante
  • Un MUST per gli appassionati!

Contro

  • Spigoli a livello tecnico
  • Qualche funzione non del tutto chiara o approfondita
  • Ambienti esplorabili da migliorare